Il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella, e il segretario generale della Filca Cisl Basilicata, Michele La Torre, valutano positivamente l’attivazione da parte dell’Università della Basilicata del corso di laurea professionalizzante in Tecniche per l’edilizia e la gestione del territorio. “Si tratta di una scelta che conferma la vocazione di lungo corso dell’ateneo lucano nel settore ingegneristico e che apre nuove significative prospettive grazie all’innovativo format della laurea professionalizzante. Da tempo – continuano i due sindacalisti – insistiamo sulla necessità di investire in nuovi modelli formativi basati sul cosiddetto sistema duale che in altri paesi avanzati, uno su tutti la Germania, ha registrato ottimi risultati in termini occupazionali”.

“Il fatto che il nostro ateneo sia pioniere a livello nazionale nelle lauree professionalizzanti insieme ad altre prestigiose università – aggiungono – significa che anche la Basilicata è in grado di esprimere capacità progettuali e visione strategica. Questa nuova opportunità, oltre ad ampliare il ventaglio di scelte per i futuri studenti universitari, rappresenta un importante investimento in conoscenza in un settore nevralgico per la nostra economia, in modo particolare per quanto riguarda la gestione del territorio in una regione storicamente esposta a fenomeni di dissesto e di progressivo abbandono delle aree interne”.

“In questo senso – concludono Gambardella e La Torre – questo nuovo corso di laurea può diventare un formidabile volano per la ripresa del settore edile e per un suo progressivo orientamento verso le attività di manutenzione e salvaguardia del territorio e del patrimonio abitativo dei nostri centri storici”.

(l.can.)