“Sul capitolo Total si sta perdendo troppo tempo”. Così il segretario generale della Femca Cisl Basilicata, Francesco Carella. “Pur comprendendo la necessità per la nuova giunta regionale di approfondire il progetto Tempa Rossa – osserva il sindacalista – riteniamo che questi incontri in camera caritatis tra Regione e Total non affrontino il vero nodo ancora irrisolto: ovvero la ricadute occupazionali per il territorio e la richiesta alle compagnie petrolifere di destinare investimenti aggiuntivi per il rilancio delle attività produttive nella nostra regione, a partire dalla Valbasento. In tal senso – prosegue Carella – è quanto mai opportuno che venga investito anche il governo nazionale con l’obiettivo di promuovere un accordo di programma con tutte le compagnie petrolifere impegnate in Basilicata e attrarre nuovi investimenti e posti di lavoro in settori avanzati legati alla chimica verde, alle energie rinnovabili, alle biotecnologie, etc. Di questo vorremmo discutere in modo aperto e trasparente con Regione e compagnie. Per farlo, però, è necessario che venga riconosciuto il ruolo del sindacato, non solo come legittimo portatore di interessi, ma come interlocutore politico sui temi dello sviluppo, dell’occupazione e della difesa dell’ambiente. È perciò indifferibile la costituzione di un tavolo permanente che accompagni l’intero percorso del progetto”, conclude Carella.

Francesco Carella