A quarant’anni dal terremoto del 1980 che colpì l’Irpinia e la provincia di Potenza, la Cisl Basilicata propone un’approfondita riflessione sulla costruzione dei legami immateriali che costituiscono una comunità e che sono più difficili da costruire e manutenere rispetto alle infrastrutture materiali, ma che pure contribuiscono in maniera assai rilevante e determinante allo sviluppo territoriale e alla qualità della vita.

In questo processo di costruzione di comunità in un’area interna come la Basilicata, caratterizzata per il 90 per cento da comuni con meno di 5 mila abitanti, definiti “comuni polvere”, in un territorio vasto, montuoso e con notevoli criticità dal punto di vista demografico e di infrastrutture sociali, il “Sindacato Nuovo”, a settant’anni dalla sua nascita, ha molto da raccontare e soprattutto ha molto da fare insieme ad altri attori del terzo settore per alimentare e sostenere quel capitale sociale indispensabile ad arginare il fenomeno di desertificazione sociale che sta caratterizzando le aree interne dell’Appennino, pur avendo tutte le caratteriste per entrare a pieno titolo nei processi di economia verde, sostenibile e del benessere.

Il convegno sarà trasmesso in diretta streaming il 23 novembre alle 10 sulle pagine Facebook del CRU Unipol e della Cisl Basilicata. È possibile anche registrarsi sul sito Eventbrite a questo indirizzo: http://bit.ly/cru_basilicata