Fondi europei, priorità a povertà e giovani

Il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella, sollecita la convocazione di un incontro tra giunta regionale e partenariato economico e sociale per mettere a punto un’agenda di fine legislatura per una corretta programmazione dei fondi comunitari. “L’ultimo rapporto diffuso dall’agenzia per la coesione territoriale sullo stato di attuazione dei programmi operativi nazionali e regionali del fondo europeo di sviluppo regionale e del fondo sociale europeo – spiega il segretario della Cisl – conferma le nostre preoccupazioni circa il rischio di un disimpegno delle risorse non ancora programmate dalla Regione Basilicata. Si tratta di risorse ragguardevoli che ammontano complessivamente ad oltre 350 milioni di euro, risorse – avverte Gambardella – che devono essere impegnate entro la fine dell’anno, pena la loro perdita. Ci preoccupa in particolare la performance del FSE dove lo stato di avanzamento è al 41 per cento, un dato che, seppure migliore di quanto registrato in altre regioni, evidenzia ritardi e difficoltà nella corretta e soprattutto efficace programmazione delle risorse comunitarie, con il serio rischio, come più volte denunciato dalla Cisl negli ultimi mesi, che il raggiungimento del target di spesa diventi l’unico parametro di riferimento nell’approvazione dei bandi”.

“È di tutta evidenza – continua il sindacalista – che spendere per spendere non è una logica accettabile, men che meno in una regione come la Basilicata che presenta indicatori economici e sociali tutt’altro che brillanti e che, più di altre realtà territoriali, avrebbe bisogno di una programmazione e di una strategia di sviluppo di ampio respiro. Per questo da tempo – continua Gambardella – chiediamo alla giunta regionale di valorizzare il ruolo del partenariato economico e sociale quale sede naturale di confronto e condivisione degli obiettivi di programmatici e finanziari. Sarebbe perciò auspicabile, nel poco tempo che ci separa dalla fine dell’anno e dalla conclusione della legislatura – aggiunge il segretario della Cisl – riavviare il confronto su poche e ben calibrate priorità, con particolare attenzione al tema della lotta alla povertà e all’esclusione sociale e delle politiche giovanili, per mettere in cantiere una nuova stagione di programmazione che, facendo tesoro delle carenze e degli errori del passato, possa riportare la Basilicata ai vertici nazionali per impiego delle risorse comunitarie”.