Fca, a Melfi Compass e svolta elettrica

La Jeep Compass sarà prodotta a Melfi anche in versione ibrida per il mercato Emea

Ora è ufficiale: la Jeep Compass sarà prodotta a Melfi. Lo hanno confermato questa mattina i vertici di Fiat Chrysler nel corso di un incontro al Lingotto di Torino con i sindacati. Il gruppo italo-americano investirà complessivamente 5 miliardi di euro negli stabilimenti italiani. 13 i nuovi modelli previsti, tra restyling e nuovi prodotti. I primi investimenti in Italia saranno realizzati nello stabilimento di Melfi per la messa in produzione della Jeep Compass che a andrà ad affiancare le attuali 500X e Jeep Renegade. Il piano prevede, inoltre, che tutta la produzione di Melfi sarà dotata di motorizzazioni ibride o plug-in. “L’assegnazione della Jeep Compass a Melfi – è il commento a caldo del segretario generale della Fim Cisl Basilicata, Gerardo Evangelista – unita all’avvio della transizione alle motorizzazioni ibride o plug-in di tutta la produzione, consolida ulteriormente la mission produttiva dello stabilimento lucano, ormai saldamente ancorata al segmento premium a basso impatto ambientale e ad elevata tecnologia. Il piano dovrebbe garantire a regime l’azzeramento del contratto di solidarietà e la piena occupazione e fa ben sperare per l’occupazione anche nelle aziende dell’indotto. Fca ha mantenuto gli impegni presi – continua il segretario della Fim – ora ci aspettiamo un cambio di passo da parte delle istituzioni locali, a partire dalla Regione, che devono attivarsi per mettere in campo una vera politica industriale in grado di accompagnare la presenza di un grande gruppo come Fca con servizi di qualità, infrastrutture più moderne, una burocrazia più snella e un concreto sostegno ai progetti di innovazione”.