Fisascat Cisl Basilicata e Filcams Cgil Matera hanno chiesto al prefetto di Matera la convocazione di un incontro urgente sulla situazione degli addetti al controllo delle aree di sosta a pagamento nella Città dei Sassi. Le due sigle sindacali scrivono che “il prossimo 31 marzo scade il contratto di proroga per la gestione del servizio di parcheggi a pagamento stipulato tra l’amministrazione comunale di Matera e la società Sisas Service. Al momento non è ancora conclusa la nuova procedura di affidamento del servizio ed è incerto il tempo necessario per l’aggiudicazione definitiva. In questo scenario di incertezza si collocano le legittime preoccupazioni dei 15 lavoratori impiegati nel servizio, che già provengono da una situazione di prolungata precarietà e, da ultimo, di riduzione dello stipendio a causa della cassa integrazione attivata dalla Sisas a partire dal marzo 2020”.

Fisascat e Filcams ricordano che “lo scorso 17 marzo si è svolto un incontro tra le scriventi e l’assessore alla mobilità del Comune di Matera, alla presenza del comandante dei Vigili urbani, in qualità di dirigente del settore. Nel corso dell’incontro è emersa la volontà dell’amministrazione di tutelare le maestranze, ma al tempo stesso l’incertezza sulle modalità di prosecuzione del servizio. Considerati i tempi strettissimi e accogliendo le preoccupazioni dei lavoratori e delle loro famiglie”, le due sigle sindacali chiedono al prefetto la convocazione di un incontro urgente “finalizzato alla ricerca di soluzioni che garantiscano conservazione dell’occupazione, rispetto delle regole e prosecuzione del servizio pubblico”.

Photo by Vitor Paladini on Unsplash