Lsu, in arrivo incentivi per la stabilizzazione

In un incontro tenutosi pochi giorni fa tra il ministero del Lavoro e le regioni meridionali nelle quali esiste ancora un bacino significativo di lavoratori socialmente utili, è stato preannunciato un provvedimento che, entro settembre, destinerà alla stabilizzazione occupazionale dei lavoratori una cifra pari a 290 milioni di euro. Lo ha reso noto il segretario generale della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella, che ha avuto rassicurazioni in tal senso dal segretario generale aggiunto della Cisl nazionale, Luigi Sbarra. Si tratta di un incentivo annuo di 9.296 euro che sarà erogato per un periodo di quattro anni a fronte di un’assunzione a tempo indeterminato, previa stipula di una convenzione tra il ministero e ciascuna Regione. Sia il decreto di riparto delle risorse, sia le convenzioni saranno firmati entro il mese di settembre.

Il segretario della Cisl Basilicata, Enrico Gambardella

“È apprezzabile la volontà di ministero e Regioni di procedere alla stabilizzazione di questa platea storica e restituire dignità, tutele e diritti negati per troppi anni a tanti lavoratori e lavoratrici che, pur precari e in cambio di una paga misera, sono stati spesso determinanti per assicurare molti servizi essenziali in Comuni alla prese con storiche ristrettezze di bilancio e di personale. Il prossimo passo sarà affrontare con il medesimo dialogo istituzionale le criticità che ancora restano, in primo luogo superare i limiti alle assunzioni per i Comuni in dissesto finanziario e non in regola con i vincoli di finanza pubblica, per rendere concretamente attuabile il processo di stabilizzazione”.