È stato raggiunto nella notte tra venerdì e sabato da governo, sindacati e imprese l’accordo sul protocollo per il contrasto della diffusione del coronavirus negli ambienti di lavoro. Il documento, che ora va attuato in tutte le aziende e in tutti i luoghi di lavoro, definisce con chiarezza tutto quello che le imprese sono obbligate a fare, coinvolgendo i rappresentanti sindacali, per contenere la diffusione del virus e tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Il procollo specifica che si potranno usare gli ammortizzatori sociali, il lavoro agile, una diversa organizzazione aziendale, una nuova gestione degli orari e gli altri strumenti concordati sino a quando gli interventi di messa in sicurezza del luogo di lavoro non saranno ultimati. 

Dunque, è passata la linea del sindacato per vincoli più stringenti, mentre le organizzazioni delle imprese proponevano un codice di autoregolamentazione che avrebbe lasciato maggiore discrezionalità alle singole aziende. Sul sito dell’Huffington Post trovate una scheda di approfondimento sul protocollo.

+++ Dopo una lunga notte di trattative è stato siglato il protocollo tra sindacati ed associazioni imprese per garantire…

Pubblicato da CISL Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori su Sabato 14 marzo 2020